ST – Soluzioni Tecnologiche, leader nella progettazione e produzione di valvole industriali per i settori automotive, gas e oleodinamico, è l’esempio di come il tessuto delle PMI italiane stia vivendo un periodo di profonda trasformazione del processo produttivo.

La necessità di rimanere tecnologicamente competitivi porta con sé uno spirito di innovazione che si traduce in scelte coraggiose. L’integrazione tra l’attività produttiva di ST e le soluzioni realizzate da Teleimpianti ha permesso sinergie che vanno anche oltre il concetto di Industria 4.0.

In particolare, Teleimpianti ha progettato e sviluppato sinergicamente con ST l’integrazione di tutta l’impiantistica speciale (controllo accessi, sicurezza anti-intrusione, videosorveglianza, rivelazione incendio, sistema Evac con diffusione sonora ambientale e sistema di comunicazione aziendale VoIP con relativa connettività) per migliorare l’efficienza della produzione attraverso l’automazione di tutti quei processi attivabili al verificarsi di condizioni specifiche. In altre parole, impianti che hanno una loro nominalità sono stati estesi in direzioni che vanno oltre la loro funzione specifica, cioè verso l’automazione aziendale integrata.

Vediamo alcuni esempi.

Lo scopo primario di un impianto antintrusione è quello di generare segnali di allarmi locali e remoti per prevenire intrusioni e furti. Il meccanismo di base, relativo alla verifica della presenza umana, ha permesso di attivare altre funzionalità utilizzando un’interfaccia software collegata ad un pannello di controllo:

  • attivazione di monitor che comunicano informazioni di performance della produzione;
  • apertura varchi automatizzati;
  • climatizzazione di aree produttive e uffici, ovvero soluzioni di risparmio energetico in funzione della presenza del personale.

Analogamente, il sistema di controllo degli accessi è stato ampliato dall’ormai consolidata apertura di varchi interni ed esterni tramite badge e smartphone o accessi carrabili con tecnologia tipo telepass ad un’integrazione sulle linee produttive:

  • a seconda dei permessi configurati nel badge dell’operatore di macchina, possono essere attivate funzioni differenziate per preservare sia la sicurezza della persona sia l’integrità della macchina stessa;
  • un utente può essere abilitato all’accesso in certe aree aziendali solo con la presenza contemporanea di un responsabile d’impianto anch’essa verificata tramite badge. Pertanto, si ottiene un doppio controllo accessi in funzione dell’orario stabilito e dello stato impostato per quell’area. Ciò evita falsi allarmi e minimizza le possibilità di situazioni di rischio.

All’interno di ST, la progettazione e il know-how hanno un ruolo fondamentale. Ciò si traduce anche nella necessità di una costante disponibilità e sicurezza dei dati. L’infrastruttura server è quindi progettata per garantire ridondanze di ogni tipo e l’impianto di rilevazione incendio ne completa la funzionalità:

  • rileva e spegne tempestivamente possibili incendi attraverso l’utilizzo di gas inerti che preservano le macchine;
  • monitora eventuali allagamenti;
  • integrato con il sistema antintrusione, restituisce informazioni importanti per la produzione, quali, ad esempio, l’innalzamento della temperatura all’interno dei locali.

L’impianto telefonico, configurato con tecnologia VoIP garantisce una comunicazione audio-video “real time” e automatizza le funzioni tradizionali del centralino, essendo integrato con il sistema di gestione del calendario aziendale. In altri termini, in base alla presenza del personale in azienda e in base al previsionale inserito all’interno del gestionale (es. piano ferie), l’interlocutore che compone un numero diretto riceve eventuali messaggi di assenza della persona e viene informato su quando può contattarla nuovamente. Tutto il sistema telefonico è in grado di operare in modalità smart working.

A ciò si aggiungono le innovazioni applicate al sistema audio Evac che gestisce le situazioni di emergenza. Grazie ad un’integrazione software, questo funziona come un sistema di regia della produzione: possono essere diffusi messaggi capillarizzati e differenziati per dipartimenti senza propagazione indiscriminata della comunicazione. Ad esempio, quando una macchina automatica sta per terminare il materiale, tramite il sistema di diffusione sonora si allerta il magazzino per il rifornimento.

I cambiamenti voluti da ST e realizzati da Teleimpianti sono esempi di come le innovazioni dell’Industria 4.0 seguano una logica di scalabilità, ovvero siano pensate come sistemi modulari e aperti per poter prevedere ulteriori integrazioni future in una logica di maggiore efficienza, comfort e risparmio.

Teleimpianti progetta, realizza e offre assistenza “full service” ad aziende che intendono applicare soluzioni di comunicazione, networking, sicurezza e building automation per semplificare tutte le dinamiche di integrazione e gestione interna.

 

PER INFORMAZIONI:

    Nome*

    Cognome*

    Provincia*

    Telefono*

    e-mail*

    Messaggio/Message