Entro il 30 novembre 2018, le imprese e startup dell’Emilia-Romagna interessate ad investire nella green economy possono fare domanda per accedere al Fondo energia e al Fondo Starter, due strumenti di credito agevolato attivati nel 2017 grazie al POR FESR 2014-2020. I due fondi si pongono come obiettivi il sostegno e la promozione dei progetti orientati all’efficienza energetica e all’uso di energie rinnovabili all’interno delle differenti realtà aziendali.

Nello specifico il Fondo Energia si pone di finanziare interventi di efficientamento energetico che abbiano importi da un minimo di 25.000 a un massimo di 750.000 euro, con la possibilità di ottenere un contributo a fondo perduto per le spese tecniche di progettazione dell’intervento (ad esempio la diagnosi energetica) pari al 12,5% della quota di finanziamento pubblico concesso all’impresa.

Il Fondo Starter, invece, sostiene le nuove imprese con un valore minimo di 20.000 euro e fino a 300.000 euro. Entrambe i Fondi hanno una compartecipazione pubblica al 70% a tasso zero e privata, bancaria, al 30% a tassi convenzionati e agevolati, gestiti dalla Regione tramite Unifidi, Consorzio unitario di garanzia Emilia-Romagna, selezionato con gara pubblica europea, a cui devono essere inoltrate le domande.

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a consultare le pagina ufficiali del sito della regione Emilia Romagna.

http://www.fondoenergia.unifidi.eu/

http://www.fondostarter.unifidi.eu/

Fonte: ER Imprese